System Integrator Magazine

Hospitality: gestione ottimizzata dei contenuti con il nuovo server LG PCS400R (lun, 16 lug 2018)
Grazie a LG e al server PCS400R e il sistema Pro:Centric Direct i professionisti dell’hôtellerie trasformano i TV in strumenti interattivi, ottimizzando la fruibilità dei contenuti. Con il server PCS400R e il sistema Pro:Centric Direct i professionisti dell’hôtellerie trasformano i TV in strumenti interattivi: configurazione dei canali profilata, proposta di contenuti su misura e comunicazione diretta con i propri ospiti. I sistemi per la gestione dei contenuti nei TV degli hotel sono molto importanti per i professionisti dell’hôtellerie; la maggior parte delle soluzioni però, sono caratterizzate da difficoltà di utilizzo, quindi la loro gestione deve essere affidata solo a personale esperto in IT all’interno delle strutture. Per andare incontro alle esigenze dei professionisti del settore, LG Electronics propone la soluzione Pro:Centric Direct. Strutture e ospiti possono trarre notevoli vantaggi da una soluzione facile da usare e adattabile alle loro specifiche esigenze. Abbinato con il server PCS400R, il sistema Pro:Centric Direct può essere facilmente implementato all’interno della struttura dell’hotel e trasformare i TV in strumenti interattivi che consentono ad ospiti e staff di comunicare tra loro. LG mette a disposizione tre diverse soluzioni per l’Hospitality Content Management: Pro:Centric Smart, Pro:Centric V e Pro:Centric Direct. L’ultimo dei tre semplifica la progettazione dell’interfaccia utente (UI) del TV dell’hotel e fornisce anche diversi servizi, come la gestione remota basata su rete IP. Pro: Centric Direct è dotato di template intuitivi e accattivanti, ma offre anche tool semplici per la creazione di template personalizzati. Gli operatori del settore possono così creare i loro contenuti davvero su misura, in modo che si adattino perfettamente alle esigenze dei loro ospiti. Che si tratti di schermate di benvenuto o di contenuti promozionali, gli operatori possono facilmente modificare immagini, testi e link visualizzati sul TV. Altra caratteristica degna di nota è la possibilità di gestione del sistema da remoto che permette agli addetti ai lavori di configurare i canali visibili da una certa stanza a seconda dello scopo della visita dell’ospite. Una famiglia in vacanza nell’hotel avrà esigenze diverse rispetto ad un business man in città per una riunione o una conferenza. Lo staff può decidere di gestire i canali per livelli o per gruppi, in modo che gli ospiti possano avere accesso a contenuti sempre più profilati dal proprio TV. Ad esempio, una famiglia con dei bambini potrebbe avere accesso a contenuti sugli ultimi film per i più piccoli o sui servizi per la cura dei bambini messi a disposizione dalla struttura. Gli operatori possono anche gestire la configurazione da remoto, insieme all’installazione e all’aggiornamento del software. Migliorare le performance con il server PCS400R La più recente soluzione di LG rivolta al settore dell’Hospitality è il server PCS400R. Questo server per la gestione dei contenuti permette agli operatori di implementare il sistema Pro:Centric Direct indipendentemente dalla presenza di un’infrastruttura IP (Internet Protocol) o RF (Radio Frequency). L’uso abbinato di Pro:Centric Direct e del server PCS400R permette allo staff di comunicare direttamente con gli ospiti e agli ospiti stessi di contattarli in caso di necessità. La soluzione interattiva permette di fare un ordine con il room service o di chiedere più asciugamani, tutto attraverso il TV della camera. Lo staff dell’hotel può anche mandare messaggi agli ospiti tramite il server. I messaggi possono essere personalizzati in modo da includere il nome dell’ospite, è possibile condividere le informazioni sulle promozioni più recenti o comunicare varie opzioni per il menu della colazione o altri servizi. “Grazie ad una soluzione come LG Pro:Centric Direct siamo in grado di offrire al mondo dell’hôtellerie dei plus impareggiabili, che permettono di elevare e profilare la customer experience: la comunicazione diretta con gli ospiti e la creazione di contenuti, commerciali e non, davvero a misura di cliente”, ha commentato Nicola Micali, Business Solutions Product & Marketing Manager di LG. www.lgbusiness.it   The post Hospitality: gestione ottimizzata dei contenuti con il nuovo server LG PCS400R appeared first on System Integrator Magazine.
>> leggi di più

Quadri Hager Orion Plus, più protezione per una maggiore flessibilità (dom, 15 lug 2018)
Realizzati in poliestere e fibra di vetro, i quadri Hager Orion Plus si distinguono per il sistema interno per distribuzione e automazione e la ricca dotazione di accessori. Realizzati in poliestere arricchito con fibra di vetro, i quadri Hager Orion Plus (ex Londra+) si distinguono per ampiezza dimensionale di gamma, il sistema interno per distribuzione e automazione e la ricca dotazione di accessori. Tutte caratteristiche che li rendono ideali per le situazioni più diversificate e possibili in reali contesti lavorativi. La realizzazione di quadri di distribuzione e di comando/ automazione in tutti gli ambienti civili, del terziario e dell’industria diventa così più semplice grazie alla disponibilità della gamma di quadri universali Orion Plus poliestere realizzati da Hager. La versatilità di situazioni nelle quali possono essere utilizzati è innanzitutto frutto dell’estensione della gamma che comprende 6 dimensioni di casse, sia con porta cieca che trasparente, e 24 dimensioni tra quadri e armadi, anch’essi da completare con porte cieche o trasparenti. La flessibilità di utilizzo è poi garantita mediante il sistema interno per distribuzione e automazione e la ricca dotazione di accessori. L’ampia varietà in gamma, unita a specifiche caratteristiche costruttive (come ad esempio lo zoccolo in vetroresina con incorporato un telaio in lamiera per il fissaggio a pavimento, l’idoneità per l’installazione all’esterno e in ambienti aggressivi), fanno della linea Orion Plus poliestere la scelta idonea nelle differenti situazioni installative. Il grado di protezione agli urti IK10 garantisce inoltre un’adeguata salvaguardia in ogni condizione operativa. Il sistema di equipaggiamento dei quadri Orion Plus, che comprende soluzioni per distribuzione e per comando/automazione, è composto dai sistemi +C e +S per distribuzione e dal sistema + per automazione. I principali vantaggi del sistema +C sono il telaio estraibile con canalina totalmente accessibile dal fronte, i pannelli modulari passo 150 e 200mm con fissaggio rapido ¼ di giro, i kit per interruttori scatolati fino a 250A. Il sistema +S si caratterizza invece per il telaio premontato completo di guide DIN e pannelli modulari per sfruttare al massimo il numero di moduli DIN disponibili. Tra i principali benefici del sistema + per automazione troviamo invece i pannelli interni ribordati con la massima superficie utile, i pannelli interni in bachelite a doppio isolamento CL II e le controporte in poliestere a doppio isolamento CL II reversibili con chiusura a chiave. La linea Orion Plus (ex Londra+) è caratterizzata da un grado di protezione IP66 per le casse e IP65 per i quadri e gli armadi, con colorazione standard Grigio RAL 7035. www.hager-bocchiotti.it   The post Quadri Hager Orion Plus, più protezione per una maggiore flessibilità appeared first on System Integrator Magazine.
>> leggi di più

Più potenza in sala con i videoproiettori Panasonic Serie MZ770 (sab, 14 lug 2018)
I nuovi proiettori a laser LCD Serie MZ770 presentati da Panasonic offrono una maggiore potenza luminosa e sono indicati per il settore dell’istruzione e le grandi aziende. Progettati per l’uso nelle aule e nelle sale riunioni aziendali, i nuovi videoproiettori Panasonic LCD con sorgente luminosa laser, Serie MZ770, sono caratterizzati da un’eccellente qualità di immagine e flessibilità di utilizzo, anche prolungato. Con una luminosità da 8.000 lumen in modalità WUXGA (PT-MZ770/L) o WXGA (PT-MW730/L), sono adatti per l’utilizzo su grandi schermi negli auditorium e negli spazi molto illuminati. Aspetti quali la silenziosità (28 dB) e la velocità di accensione e spegnimento, garantiscono poi presentazioni efficaci. Entrambi i modelli presentano un’unità ottica a tenuta ermetica resistente alla polvere, un flusso dell’aria monodirezionale e un filtro eco riutilizzabile, per consentire al proiettore di funzionare fino a 20.000 ore senza manutenzione, in modo da ridurre al minimo i costi operativi. Grazie a questa nuova serie di vpr Panasonic, è possibile condividere lo schermo durante le presentazioni, utilizzando un’unità USB plug-and-share o un modulo wireless opzionale che supporta il mirroring mediante PC Windows® e dispositivi Android™ compatibili, nonché la proiezione wireless da soluzioni con app o software Panasonic installati. business.panasonic.it   The post Più potenza in sala con i videoproiettori Panasonic Serie MZ770 appeared first on System Integrator Magazine.
>> leggi di più

Cambia la fruibilità nella meeting room con le innovazioni Polycom (ven, 13 lug 2018)
Le nuove soluzioni Cloud Polycom portano una ventata di innovazione nelle sale riunioni, che con le soluzioni cloud e l’implementazione su Trio diventano spazi ancora più produttivi. Polycom ha annunciato una nuova strategia legata al cloud con le soluzioni Polycom Cloud Services, e Polycom Device Management Services (PDMS), nonché funzionalità estese per la soluzione di punta Polycom Trio. Il nuovo tool aziendale di Polycom basato su cloud per i clienti Enterprise offre nuove funzionalità alle aziende per la gestione e la valutazione dei propri dispositivi telefonici. In qualità di leader di mercato con oltre 15 milioni di telefoni per desktop e conferenze, sia per le aziende che per i service provider, Polycom da oggi potrà semplificare la gestione, il provisioning e l’aggiornamento grazie al nuovo servizio cloud. “Sempre più spesso i dipendenti risolvono le criticità collaborando, collegandosi da meeting room di tutte le dimensioni, da qualsiasi parte del mondo. Alla stessa velocità con cui l’innovazione tecnologica evolve nell’ambito delle riunioni aziendali, così aumenta anche la complessità”, dichiara Mary McDowell, CEO di Polycom. “Polycom Cloud Services offre ai clienti dati unici e utili che consentono ai professionisti IT di comprendere il valore delle proprie sale riunioni e di prendere decisioni smart in ambito tecnologico, creando esperienze di incontro all’insegna della produttività per i propri dipendenti”. I nuovi servizi Cloud di Polycom per i clienti Enterprise e per i service provider sono: Per le aziende: Disponibile ora per le aziende, PDMS for Enterprise consente ai professionisti IT di gestire in modo semplice e trasparente tutti i dispositivi audio Polycom, compresi i telefoni fissi e quelli per sale conferenza, da un unico portale cloud. Il portale PDMS-E permette alle aziende di fornire, aggiornare e proteggere i dispositivi audio che dispongono dai cinque ai 50.000 telefoni fissi e per le conferenze. La soluzione di interoperabilità RealConnect entrerà a far parte dei servizi cloud di Polycom nel terzo trimestre di quest’anno. Il servizio cloud RealConnect crea un livello di interoperabilità tale da poter utilizzare i servizi audio, in particolare per quanto riguarda Microsoft Skype for Business, negli ambienti lavorativi di un cliente, tramite Polycom o un altro hardware. Il servizio cloud RealConnect porta nel cloud la strategia dell’ecosistema di Polycom, garantendo ai clienti la massima scelta e flessibilità. Per i service provider: I service provider hanno esigenze distinte da quelle dei clienti aziendali, pertanto Polycom presenterà una versione di PDMS nel terzo trimestre del 2018 specifica per questi clienti, che consentirà loro di integrare la gestione e l’analisi dei dispositivi audio Polycom nell’esperienza del portale clienti. I service provider trarranno vantaggio dal miglioramento dei tempi di attività e dalla capacità di anticipare e ridurre le criticità dei clienti, aggregare dati analitici sensibili e personalizzare i dispositivi per soddisfare le esigenze dei clienti. Polycom rilascerà un’API nel terzo trimestre in modo che i service provider possano personalizzare i servizi e le analisi di cui hanno bisogno per ciascun cliente. Queste API trasformeranno PDMS in una piattaforma che supporterà i service provider e aprirà le porte all’innovazione futura e a interessanti opportunità di sviluppo, dato che endpoint come Polycom Trio diventeranno ancora più intelligenti in futuro. Polycom Cloud Services si focalizza oggi sui dispositivi e sulle soluzioni audio, ma prevede di fornire supporto anche per i dispositivi di videoconferenza entro la fine del 2018. L’espansione delle capacità di gestione ai dispositivi per endpoint video è fondamentale in quanto i dispositivi di video – audio conferenza continuano a convergere per una esperienza unica nelle sale riunioni. “Semplificare le connessioni interpersonali è nel DNA di Polycom, quindi sfruttare il cloud per migliorare il modo in cui i nostri clienti gestiscono, misurano e utilizzano i loro sistemi di voce, video e contenuti è perfettamente in linea con la nostra strategia”, dichiara Tarun Loomba, EVP, Global Solutions di Polycom. “Polycom Cloud Services semplifica la nostra capacità di offrire esperienze migliori e più semplici ai nostri clienti, le cui esigenze di collaborazione crescono davvero ogni giorno di più”.   Al cloud si affiancano gli aggiornamenti che riguardano la soluzione di punta Polycom Trio, al centro di ogni esperienza nelle meeting room e l’accesso sicuro degli utenti ‘guest’ a Polycom Pano per la condivisione dei contenuti e l’estensione della partnership con Zoom con il lancio di Polycom Zoom Rooms. Polycom Trio si integrerà d’ora in avanti con il noto CODEC video di Polycom, in aggiunta a VisualPlus, spalancando le porte a funzionalità di videoconferenza precedentemente riservate alle sale più grandi, come la funzione di riconoscimento facciale di Polycom EagleEye Director II e Polycom EagleEye Producer. Polycom Trio sarà anche in grado di offrire un’esperienza ottimale nelle sale riunioni grazie al supporto di un doppio monitor, una maggiore copertura audio con microfoni a soffitto e una migliore connettività HDMI. Senza bisogno di telecomandi aggiuntivi, il touch screen di Polycom Trio diventa l’unica interfaccia necessaria per gestire il volume delle chiamate, lo zoom della videocamera e altro ancora. Già adottato da 65 aziende Fortune 100, Polycom Trio guida la trasformazione digitale, garantendo al contempo una esperienza d’uso ottimale, sia che i dipendenti partecipino a una riunione con solo audio, sia che partecipino a una videochiamata. Espandendo tale esperienza a sale più grandi, le aziende potranno beneficiare di una maggiore produttività, in quanto il processo di avvio di riunioni audio e video diventerà più semplice e veloce. “I clienti hanno aspettative molto elevate per le proprie sale riunioni: vogliono che ogni spazio sia un vero e proprio centro di collaborazione, grazie a una semplice condivisione di voce, video e contenuti”, sottolinea Mary McDowell, CEO di Polycom. “Polycom continua a essere all’avanguardia con Polycom Trio, semplificando le modalità di connessione, la comunicazione e migliorando la produttività”. Accesso ai ‘guest’ sicuro con Polycom Pano per la condivisione di contenuti Polycom Pano sarà ora caratterizzato da un accesso ‘guest’ per consentire a consulenti aziendali, clienti, partner o provider di connettersi e condividere contenuti attraverso una rete WI-FI sicura. Polycom Pano funzionerà su una seconda rete wireless e in modalità di sola “ricezione”, garantendo il massimo livello di sicurezza e consentendo alle piattaforme di riunione di connettersi e condividere in tutta sicurezza, con un semplice tocco. Polycom Pano supporta fino a quattro dispositivi contemporaneamente e consente agli utenti di condividere presentazioni, documenti, video e immagini con facilità, offrendo la possibilità di annotare i file con la sua funzione di lavagna bianca infinita. “I clienti apprezzano da un lato la nostra esperienza premium nelle sale riunioni, dall’altro la flessibilità e la semplicità di Zoom. Siamo entusiasti di rafforzare la nostra partnership con Zoom nelle Zoom Rooms”, dichiara Laura Marx, Vice President, Global Alliance e Partner Marketing di Polycom. “Rendere il nostro telefono di punta per le conferenze, Polycom Trio, il centro delle sale riunioni, significa offrire ai clienti un’esperienza semplice e unica per creare connessioni di valore”. “La partnership con Polycom per le soluzioni Zoom Rooms rafforza l’impegno di Zoom nel creare le migliori esperienze di incontro per gli utenti aziendali. Con Trio come controller per le Zoom rooms e sorgente audio e con le telecamere Polycom nella sala, gli utenti beneficiano della nostra eccezionale qualità audio e video, la facilità d’uso e, in primis, l’affidabilità”, commenta Oded Gal, Head of Product Management di Zoom. I Polycom bundle Zoom Rooms saranno disponibili in EMEA a fine anno. www.polycom.co.it   The post Cambia la fruibilità nella meeting room con le innovazioni Polycom appeared first on System Integrator Magazine.
>> leggi di più

Collaboration: l’11 luglio un Open Day dedicato in casa Comm-Tec (mar, 03 lug 2018)
Comm-Tec Italia organizza per l’11 luglio una giornata interamente dedicata all’integrazione dei sistemi del mondo Collaboration. Appuntamento a Faenza. Si svolgerà nella giornata di mercoledì 11 luglio lo speciale Open Day interamente dedicato all’integrazione dei sistemi del mondo Collaboration, un tema sempre in prima linea nel nostro settore, curato molto da vicino da Comm-Tec Italia. L’evento, con annesse dimostrazioni pratiche, inizierà alle ore 10:30 a due passi dalla sede del distributore romagnolo. Tra i prodotti e sistemi più in vista nel corso della giornata, ci saranno Barco con ClickShare, il sistema di presentazione e collaborazione wireless che consente a ogni partecipante alla riunione di condividere contenuti sullo schermo o proiettore centrale della sala riunioni. Non mancheranno, poi, i sistemi di prenotazione TouchONE di CUE, che consentono una facile e comoda gestione della sala riunioni, in modo completo grazie alle numerose feature dei sistemi (prenotazione catering, segnalazione problematiche tecniche dei device, summary room, integrazione con sistemi di controllo, ecc.) Interfaccia utente a calendario e display con illuminazione a LED da 12,1”, 7” e 4,3”. Infine, spazio anche ai sistemi Evoko, nati per rendere semplice e confortevole l’esperienza dei meeting. www.comm-tec.it   The post Collaboration: l’11 luglio un Open Day dedicato in casa Comm-Tec appeared first on System Integrator Magazine.
>> leggi di più

Cibo e sicurezza: l’annuale convention IPD Daitem svolta a FICO Eataly World (lun, 02 lug 2018)
Per l’annuale incontro dedicato agli Installatori Partner Daitem (IPD), quest’anno è stata scelta la cornice di FICO Eataly World, svelando anticipazioni e strategie commerciali. Quest’anno il tradizionale appuntamento annuale con gli Installatori Partner Daitem ha avuto una cornice particolarmente gustosa: FICO Eataly World, il parco agroalimentare più grande del mondo che si trova a Bologna, con un percorso tra i campi e le fabbriche per conoscere la biodiversità italiana e la trasformazione alimentare. Ha aperto i lavori Mario Girotti (foto in apertura), Direttore Generale Daitem, spiegando la scelta di FICO come luogo dell’incontro enfatizzando il parallelismo con Daitem in termini di posizionamento e target: due proposte “premium” che, seppur trattando prodotti molto diversi tra loro, si rivolgono a pubblici esigenti che chiedono soluzioni ad alto valore aggiunto. Luca Boschetti (foto sopra), Direttore Vendite Daitem, ha fatto il punto sull’andamento del mercato e sui numeri che hanno caratterizzato le performance dell’azienda italiana. Boschetti ha sottolineato l’importanza di nuovi strumenti commerciali come la campagna “Rottamazione Daitem” per contribuire al rinnovamento degli impianti installati. Il Direttore vendite si è soffermato quindi sulla formazione, asset strategico per essere sempre aggiornati su nuove tecnologie e soluzioni, che viene proposta in un format più attuale e aperto a tutti gli installatori. Infine Ermanno Lucci (foto sopra), Market Manager, ha analizzato l’evoluzione del mercato della sicurezza e il cambiamento di esigenze legate allo scenario macroeconomico per ricordare la segmentazione dell’offerta Daitem, con la soluzione Premium Daitem e-square e quella mid-level smart Daitem Lynx e due gamme distinte anche per la linea video basate sulla video-integrazione. Lucci ha anticipato quindi nuove soluzioni, tra cui una particolarmente innovativa basata sulla sicurezza attraverso la video-verifica, e un importante accordo con una società finanziaria per offrire servizi a supporto delle vendite delle soluzioni Daitem. www.daitem.it   The post Cibo e sicurezza: l’annuale convention IPD Daitem svolta a FICO Eataly World appeared first on System Integrator Magazine.
>> leggi di più

Serie C NEC: landscape o portrait fino a 98” e basso TCO garantito (dom, 01 lug 2018)
NEC ha annunciato la nuova Serie C, display più grandi che uniscono tecnologia Ultra HD con un design minimalista e ridotti costi di operatività, ideali per il signage. NEC Display Solutions Europe annuncia il lancio della sua nuova gamma di display di grande formato Serie C MultiSync® per sale riunioni, conferenze e applicazioni digital signage. I nuovi display di grande formato sono stati progettati per i nuovi ambienti di lavoro ed il settore retail con il controllo della luce ambientale, che garantisce livelli di risoluzione e luminosità elevatissimi. La Serie C MultiSync® costituisce una famiglia di display, che combina elevate qualità ed affidabilità con un ridotto TCO (Total Cost of Ownership) per tutta la durata di vita del prodotto. La nuova Serie C sarà distribuita in tre formati di grandi dimensioni (75, 86 e 98 pollici). Ciascun modello è stato progettato con un design super minimalista coerentemente con le nuove tendenze sempre più orientate a creare spazi per riunioni essenziali ed ordinati. I nuovi display NEC possono essere installati in modalità landscape e portrait offrendo superfici più coinvolgenti (le più grandi oggi disponibili sul mercato) per veicolare al meglio i contenuti visualizzati. I display prevedono, inoltre, filtri di opacizzazione professionali per eliminare qualsiasi tipo di riflesso sullo schermo, che ne comprometta la perfetta visibilità. I livelli di luminosità, fino a 350 cd/m2, poi, assicurano una perfetta risoluzione e fedeltà dei colori in qualsiasi tipo di ambiente. Ancora, tutti i modelli della Serie C prevedono la piattaforma NEC OMi (Open Modular intelligence) che offre una connessione lineare tra sorgente e display garantendo un signage potente, personalizzato e garantito nel futuro. La tecnologia utilizzata ne facilita l’installazione, l’utilizzo e la manutenzione, consentendo un upgrade degli apparecchi rapido e semplice per utilizzi di digital signage o per altre applicazioni. Grazie al supporto della piattaforma OMi è possibile l’integrazione del display con qualsiasi altro device NEC attraverso l’integrazione di Slot-In PC OPS, sistemi di calcolo scalabili come i moduli Raspberry Pi o interfacce di segnale per il content feed e l’elaborazione. Enrico Sgarabottolo, Sales Director TIGI di NEC Display Solutions Division, afferma: “Pensiamo che i display debbano inserirsi perfettamente nell’ambiente che li ospita, in maniera non invadente quando sono spenti, ma assolutamente pervasiva quando sono accesi. La nuova serie C MultiSync® C è stata ideata per soddisfare la richiesta di monitor di grande formato in tutta una serie di applicazioni, incluso l’ufficio, le sale riunioni e gli spazi destinati alle conferenze, così come il retail, dove gli utenti richiedono immagini straordinarie ed un set-up rapido e facile da usare”. “Abbiamo costruito questa nuova famiglia di display avendo in mente questi principi e ottenuto una serie di apparecchi dotata di cornice ultra sottile ed un design in grado di inserirsi in qualsiasi tipo di interno. Allo stesso tempo, funzioni come la ‘wake up on connection’ assicurano riunioni molto più efficienti senza tempi morti in attesa che i display si accendano. Il risultato è, da un alto, una tecnologia sicura per chi deve effettuare presentazioni in sale riunioni e conferenze e, dall’altro, un investimento garantito nel futuro grazie agli elevati standard di affidabilità ed ai costi contenuti di proprietà degli apparecchi”. La nuova Serie C MultiSync® NEC è già disponibile sul mercato professionale. www.nec-display-solutions.it   The post Serie C NEC: landscape o portrait fino a 98” e basso TCO garantito appeared first on System Integrator Magazine.
>> leggi di più

Alternanza scuola-lavoro: a BTicino il riconoscimento di Confindustria (sab, 30 giu 2018)
Confindustria ha riconosciuto a BTicino il Bollino per l’Alternanza scuola-lavoro di Qualità (BAQ 2018), per l’impegno nella condivisione delle conoscenze agli studenti. Mettere le persone al centro delle proprie strategie e ritenere la formazione un driver di crescita: questi i valori in cui crede fortemente BTicino. Grazie all’impegno che mette nell’attività di trasmissione e condivisione delle conoscenze e delle competenze del mondo del lavoro agli studenti, Confindustria ha riconosciuto all’azienda lombarda il Bollino per l’Alternanza scuola-lavoro di Qualità (BAQ 2018). BTicino crede da sempre nell’importanza di uno stretto connubio tra scuola e impresa, sia per agevolare l’occupazione in azienda, sia per perseguire l’obiettivo di un’efficace responsabilità sociale d’impresa, attraverso il suo ruolo di soggetto attivo e attento ai territori in cui sono presenti i suoi insediamenti. Il bollino per l’alternanza di qualità (BAQ) è stato creato da Confindustria per premiare le imprese associate che si distinguono per la realizzazione di percorsi di alternanza scuola-lavoro di elevata qualità attivando collaborazioni virtuose con scuole secondarie di secondo grado e con centri di formazione professionale. Il premio è un riconoscimento che valorizza il ruolo e l’impegno delle imprese a favore dell’inserimento occupazionale delle nuove generazioni. L’attenzione alla formazione e al rapporto tra scuola e lavoro è sempre stato nel DNA di BTicino. Fin dai primi anni 2000 la Direzione Risorse Umane ha attivato il progetto “BTicino in cattedra”, nato per creare maggiore osmosi tra istruzione e mondo del lavoro attraverso interventi di manager nelle scuole e stage orientativi in azienda. Da quando l’alternanza scuola-lavoro è stata regolamentata per legge, la società del Gruppo Legrand ha ulteriormente rafforzato la collaborazione con istituti scolastici superiori, definendo nuove convenzioni per l’attuazione di percorsi strutturati rivolti a studenti dal terzo al quinto anno di studi di istituti tecnici e licei tecnologici. Tra il 2016 e il 2018, inoltre, sono state attivate sedici convenzioni accogliendo, tra le sedi di Varese ed Erba (Co), oltre venti studenti in alternanza. L’inserimento è avvenuto sia in ambito produttivo, sia nei centri R&D delle varie gamme di prodotti (potenza, elettronica e software). Oltre a istituire percorsi di alternanza, dal 2017 BTicino collabora con un istituto tecnico della provincia di Varese alla progettazione dei percorsi formativi in ambito tecnico e manageriale, fornendo un supporto specialistico nella definizione dei contenuti e nell’individuazione e certificazione delle competenze richieste dal mercato del lavoro. Lucio Tubaro (nella foto), Direttore Risorse Umane di BTicino, dichiara: “In particolare quest’ultima collaborazione, che integra e completa l’investimento di BTicino al dispositivo delle alternanze, si pone l’obiettivo di contribuire a realizzare un maggiore avvicinamento tra il mondo della scuola e quello del lavoro, una delle azioni con le quali BTicino concretizza la propria Responsabilità sociale d’impresa”. professionisti.bticino.it   The post Alternanza scuola-lavoro: a BTicino il riconoscimento di Confindustria appeared first on System Integrator Magazine.
>> leggi di più

Panasonic annuncia i maxidisplay 4K con Smart Display Module Intel (ven, 29 giu 2018)
Panasonic Business ha svelato la nuova serie di display SQ1, soluzione per il digital signage o per l’utilizzo in contesti corporate, education e retail. I nuovi display 4K SQ1 Panasonic sono disponibili nei modelli da 86 e 98 pollici con una luminosità di 500cd/m2 ed offrono un’eccellente soluzione per il digital signage o per l’utilizzo in contesti corporate, education e retail. La Serie SQ1, svelata in anteprima mondiale all’InfoComm di Las Vegas, presenta un design leggero, sottile ed elegante ed un pannello luminoso estremamente efficiente, ideale per un funzionamento continuativo 24/7. Combinando prestazioni di visualizzazione elevate, all’adattabilità e ad un’eccezionale efficienza, la nuova famiglia di schermi Panasonic è progettata per applicazioni di digital signage singole o che prevedano vari display collegati in rete. I nuovi dispositivi includono Smart Display Module® (SDM) di Intel, per una migliorata capacità di elaborazione e integrazione. “Per Panasonic perseguire l’obiettivo di un miglioramento qualitativo continuo del catalogo di display in termini di prestazioni, versatilità ed efficienza, è da sempre una priorità, per tutti i settori e contesti a cui ci rivolgiamo” afferma  Hartmut Kulessa, European Marketing Manager di Panasonic. “L’integrazione dello Smart Display Module® di Intel (Intel® SDM) consente a Panasonic di offrire una soluzione display elegante, sottile e scalabile, che semplifica notevolmente la fase di integrazione delle interfacce e in generale tutta la gestione dell’impianto, nelle installazioni di digital signage”. “Siamo lieti che Panasonic abbia adottato la funzionalità Smart Display Module® di Intel (Intel® SDM) nei display 4K della nuova serie SQ1. La nostra collaborazione offre una soluzione flessibile, integrata e scalabile, progettata per supportare le aziende nel lavoro collaborativo, in maniera ancora più semplice ed efficiente,” ha affermato poi Jose Alvaro Avalos, Vicepresidente, Internet of Things Group, Global Director, Visual Retail e Digital Signage di Intel Corporation. La Serie SQ1 integra la gamma EQ1 costituita da sei display professionali 4K, di classe entry evel, da 43 a 86 pollici, già presentata da Panasonic in occasione di ISE 2018. La Serie EQ1 offre una risoluzione 4K per immagini ad alto impatto con una luminosità di 350 cd/m2, che la rende una soluzione conveniente per spazi pubblici e commerciali, sale riunioni aziendali e aule. La Serie EQ1 sarà disponibile nell’autunno del 2018, mentre la nuova gamma SQ1 sarà sul mercato nel mese di dicembre 2018. business.panasonic.it   The post Panasonic annuncia i maxidisplay 4K con Smart Display Module Intel appeared first on System Integrator Magazine.
>> leggi di più

MuxLab: un player 4K e la nuova app presentati a InfoComm (mar, 19 giu 2018)
MuxLab, brand distribuito in Italia da Prase Media Technologies, ha utilizzato la vetrina di InfoComm per presentare la nuova app MuxControl e il Player 4K Signage. In occasione di InfoComm 2018, Muxlab ha presentato la sua nuova app MuxControl, disponibile sia per dispositivi iOS sia Android, che consente agli utenti di controllare un intero sistema AV over IP in modo facile e veloce direttamente dal proprio smartphone o tablet. Fra le molte opzioni è degna di nota la funzione multi-zona che consente di accedere a diverse location, selezionare le sorgenti, assegnare un contenuto ad un’area specifica e molto altro con un semplice tocco e grazie ad un’interfaccia intuitiva che unisce alla visione a volo d’uccello dei singoli ambienti la rappresentazione di tutti i dispositivi connessi con un semplice codice-colore. MuxControl punta, fra le altre cose, a supportare i professionisti nella task ripetitive che possono essere pre-configurate e attivate all’occorrenza. Ad esempio chi usa la nuova applicazione può creare videowall di ogni dimensione (con display che supportano una risoluzione 4K@60Hz) accedendo al layout dell’intero sistema e creando i videowall con la funzionalità multiview che consente di connettere e disconnettere i singoli dispositivi; il tutto è reso ancora più efficiente dalla sincronizzazione automatica in cloud degli accessi e il controllo dei device. “Durante l’intera fase di progettazione abbiamo approcciato il sistema dal punto di vista del suo utilizzatore finale” ha affermato Joe Teixeira, Direttore Product Management a Muxlab. “Ciò ci ha permesso di rendere MuxControl un potente e semplice strumento per accedere in ogni momento al proprio sistema AV.” Ma la cornice di InfoComm 2018 è stata utile per presentare anche il nuovo Player 4K Signage, model n. 500769. MuxLab ha dato prova della propria esperienza nella connessione di dispositivi smart con questo nuovo lettore multimediale che completa il Content Management Software (CMS). Questo nuovo software di sistema permette di creare, gestire e controllare i segnali AV in molti modi, come lo streaming di contenuti via codec H.264/H.265 su rete Ethernet locale, Internet, memoria interna e dispositivi di memoria esterna USB 3.0. Il nuovo Player 4K Signage è stato progettato per offrire un’eccezionale esperienza di utilizzo che permette di riunire, organizzare e programmare i diversi contenuti. Il Signage Player può fare l’up-scale del contenuto per un output di risoluzione 4K@60Hz (4:4:4). Le sorgenti selezionate possono essere visualizzate su un monitor connesso o possono essere implementate con altre sorgenti e display per creare un videowall riding su infrastruttura IP-based via switch Ethernet. “Il nuovo Player 4K Signage si integra con tutta la linea di prodotti Muxlab AV over IP per gestire i contenuti in modo versatile, lavorando come una soluzione completa end to end trasmettendo via Ethernet il contenuto AV da varie sorgenti ai display,” ha commentato Marc Bohbot, Direttore R&D a Muxlab. “Inoltre la sua interfaccia grafica rende la programmazione e l’implementazione digital signage una vera e propria passeggiata.” I contenuti possono essere autonomamente programmati per più settimane, offrendo la funzione “imposta e dimentica”. È possibile creare layout multi-view per assegnare a ciascuna finestra audio, video e immagini (come testi, banner e loghi), che possono essere programmati in pochi minuti, semplificando il compito di creare i contenuti per una lunga programmazione. www.prase.it   The post MuxLab: un player 4K e la nuova app presentati a InfoComm appeared first on System Integrator Magazine.
>> leggi di più